ICONA Facebook666666 ICONA Flickr666666 ICONA Youtube666666

ISCHIA - Storia eruttiva

Il complesso vulcanico del Montagnone-Maschiata (fase 5-6)

Montagnone e Monte Rotaro

Il complesso vulcanico del Montagnone-Maschiata è, insieme al Rotaro, uno dei centri poligenici più recenti di Ischia. Ben visibile dal Porto d'Ischia guardando verso sud, il complesso si è accresciuto a seguito di almeno 5 eruzioni esplosive ed effusive con migrazione dei centri di emissione verso nord, lungo una struttura eruttiva a direzione nord-sud, attiva in tempi storici, da almeno il IV sec. a.C.

I primi segni di attività in quest’area sono rappresentati dalla colata lavica de La Quercia (VI, V sec. a. C.), originatasi probabilmente da un duomo primordiale collassato di cui oggi vediamo solo il versante settentrionale. I surges basali della colata de La Quercia indcano attività esplosiva associata. Successivamente si è verificata l'eruzione esplosiva che ha prodotto le piroclastiti di Posta Lubrano che si sono disperse verso l'area di Cafieri e verso l'area di Cretaio e Posta Lubrano. Tali piroclastiti hanno prodotto probabilmente un piccolo tuff-ring asimmetrico fortemente condizionato dalle morfologie preesistenti (Rotaro e Montagnone primordiale) situato nell’area a nord-est di Cretaio e a sud-est di Castiglione (secondo quanto indicato dai balistici).  L'eruzione esplosiva più ad alta energia del complesso del Montagnone-Maschiata è rappresentata senza dubbio dall’eruzione delle piroclastiti di Cretaio che probabilmente ha generato un piccolo edificio nell’area attualmente interessata dal M. Maschiata secondo le indicazioni dei balistici e in generale secondo l’andamento delle isopache e isoplete (Orsi et al.). A breve distanza da tale eruzione si è avuta quella delle piroclastiti di Bosco dei Conti, probabilmente originatasi da un centro situato nell’area Sacchetta - Bosco dei Conti sulla base delle caratteristiche sedimentologiche e delle impronte da impatto.
L’attività concusiva di quest’area è rappresentata dalla formazione del duomo lavico del Montagnone-Maschiata che è successivamente collassato dopo l’emissione delle colate osservabili sul versante meridionale di M.Maschiata (colate di Fondo Ferraro). Di seguito la sequenza stratirafica dei prodotti emessi dal complesso del Montagnone-Maschiata:

- Duomo del Montagnone-Maschiata + colate di Fondo Ferraro
- Unità di Bosco dei Conti (~ 1400 anni)
- Unità di Cretaio (~ 1900 anni)
- Piroclastiti di P.Lubrano (comprendenti ex surges grossolani)
- Duomo primordiale del Montagnone + colata de La Quercia (VI - V sec. a.C.)

 

 a cura di Fabio Sansivero

Letture consigliate (internazionali)

de Vita S., Sansivero F., Orsi G., Marotta E., Piochi M., 2010. Volcanological and structural evolution of the Ischia resurgent caldera (Italy) over the past 10 ka. Geol. Soc. Amer. Book.

Sansivero F., de Vita S., Marotta E., Della Seta M., Martino S. & Marmoni, G.M. 2018. Field trip to the Ischia resurgent caldera, a journey across an active volcano in the Gulf of Naples. 10. 1-60. 10.3301/GFT.2018.03.