Home Page Osservatorio Vesuviano
Home News

News


Comunicazione del Direttore

In relazione ad alcune notizie apparse in rete, si chiarisce che l'attuale Direzione di questa Sezione non ha stipulato e non ha in corso alcun contratto di collaborazione, né alcun dipendente (a nostra conoscenza) ha qualsivoglia obbligo contrattuale, con società che si occupano di investimenti geotermici sul territorio nazionale, così come si evince dall'elenco contratti disponibile al link

Amministrazione Trasparente INGV OV

Il Direttore

Napoli, 16 Luglio 2015

 

Il rischio vulcanico in Campania...

Giovedì 18 Giugno ore 09:15

Locandina Giovedì 18 Giugno alle ore 09:15, presso il Maschio Angioino si terrà il corso di formazione continua per giornalisti: "Il rischio vulcanico in Campania..."

Per il programma dettagliato dell'evento, scarica la locandina.

 

 

 

 

 

Conferenza Stampa sui risultati del Campi Flegrei Deep Drilling Project

Loco CFDDP Martedì 9 giugno alle 11.00, presso la Sala Consiliare di Palazzo San Giacomo, in Piazza Municipio a Napoli, l’Osservatorio Vesuviano dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (OV-INGV) terrà, una conferenza stampa sul tema: Campi Flegrei Deep Drilling Project. Risultati della prima parte del Progetto e implicazioni per la ricerca e il monitoraggio nell’area vulcanica napoletana. La Conferenza illustrerà, in termini divulgativi, gli importanti risultati raggiunti dalla prima parte del progetto, che hanno dato vita ad ulteriori attività di cruciale importanza per la comprensione scientifica del vulcanismo dell’area napoletana e per le attività di monitoraggio.

 

Riapre il Real Osservatorio Vesuviano

A partire da luglio 2015 sarà possibile visitare il Reale Osservatorio Vesuviano, riaperto dopo importanti lavori di ristrutturazione e adeguamento strutturale. Grazie ad una convenzione con il Parco del Vesuvio sarà possibile acquistare un biglietto cumulativo per la visita al cratere del Vesuvio ed al Reale Osservatorio Vesuviano.

L’Osservatorio Vesuviano, primo Istituto al mondo per lo studio dei fenomeni vulcanici, fu fondato nel 1841 per volere di Ferdinando II di Borbone come avamposto per l’osservazione diretta dell’attività del Vesuvio, ed è da sempre meta ambita di studiosi italiani e stranieri.

 

Cerimonia di riapertura Real Osservatorio Vesuviano

Sabato 23/5/2015, nella Sede Storica dell'Osservatorio Vesuviano, si terrà la Cerimonia di riapertura della stessa dopo intensi lavori di ristrutturazione e restauro durati circa un anno. La Cerimonia celebrerà anche il riconoscimento dell'Osservatorio, da parte della 'European Physical Society' (EPS), come Sito Storico della Fisica. Il prestigioso riconoscimento, assegnato a pochi altri siti Italiani come la Collina di Arcetri dove dimorò Galileo, la villa dove visse e operò Marconi e l'Istituto di via Panisperna dove il gruppo di ricerca di Fermi fece le sue più importanti scoperte, è stato assegnato all'Osservatorio Vesuviano per i suoi illustri trascorsi scientifici: primo Osservatorio Vulcanologico al Mondo (1841), diretto da grandi scienziati come Macedonio Melloni, scopritore della radiazione elettromagnetica infrarossa; come Luigi Palmieri, inventore del primo sismografo elettromagnetico e primo scopritore dell'Elio sulla Terra; come Giuseppe Mercalli, insigne Vulcanologo e Sismologo, ancor oggi famoso per la scala d'intensità sismica che porta il suo nome. L'apposizione della Targa in ricordo del prestigioso riconoscimento come Sito Storico della Fisica avverrà alla presenza del Vice-Direttore dell'European Physical Society, la Prof. Lucia Cifarelli. Per l'occasione, nella Sede Storica saranno esposte le opere degli allievi delle Accademie d'Arte di Karlsruhe, New York e delle Facoltà di Architettura di Zurigo (ETH) e di Amburgo (Università), ideate durante uno stage degli stessi nell'area Vesuviana ed all'Osservatorio, effettuato nel Marzo 2015.

Scarica qui il programma definitivo della cerimonia.


 

Database sismogrammi storici Osservatorio Vesuviano

E' disponibile online il Database dei sismogrammi storici dell'Osservatorio Vesuviano, che raccoglie le scansioni digitali di numerosi sismogrammi, registrati al Vesuvio nel periodo compreso fra il 1915 ed il 1944.

Il database è accessibile mediante il seguente LINK.

carta 1943

 


 

International Workshop on: Advanced Monitoring of Active Volcanoes

Background

Progress in Volcanology and eruption forecast strongly relies on reliable monitoring technologies. Recent advancements in electronics, opto-electronics, data transmission and computing are rapidly changing our monitoring technologies.

Volcanoes observatories can now rely on a variety of technologically innovative monitoring devices to afford many crucial scientific and civil defence questions. Borehole sensing is among the most promising methods to improve volcano monitoring and eruption forecast capabilities.

 

International Workshop on: Advanced Monitoring of Active Volcanoes

28-30 September 2015, Naples (Italy) Deadline for abstract submission: 15th June 2015 Submit your contribution to: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - web site: www.ov.ingv.it

Deadline has been extended to 22 June 2015

AFFILIATED HOTELS

 

Sciame sismico al Vesuvio del 2 aprile 2015

Tra le 19 e le 20 del 2 aprile 2015 è stato registrato al Vesuvio uno sciame sismico con circa 20 eventi di piccola magnitudo. La magnitudo massima osservata è di 1.8 (evento delle 19:15). Gli eventi sono localizzati a bassa profondità (meno di 1 km) al di sotto dell'area craterica. Le caratteristiche di questo sciame non differiscono da altri, osservati negli scorsi anni al Vesuvio e non indicano alcuna variazione significativa nello stato del vulcano, che persiste nel suo stato di quiescenza.

BKEV_20150310



 

Un ciclo di incontri sul bradisismo flegreo

Locandina Mostra

Il bradisismo flegreo come risorsa: è il tema comune delle tre conferenze organizzate dal Comune di Pozzuoli (Napoli), dall'associazione culturale Lux in Fabula e dal progetto Movimenti - Battiti della Terra, per i giorni 21 e 28 marzo e 11 aprile 2015. Obiettivo degli incontri è la corretta conoscenza del fenomeno naturale che caratterizza l'area vulcanica attiva dei Campi Flegrei, con cui la popolazione residente convive da migliaia di anni, attraverso il recupero della memoria storica.

AVVISO: EVENTO ANNULLATO
L'evento di Sabato 11 aprile 2015 ore 16:30 “Gli eventi del 1983/84” con Giuseppe Luongo è stato annullato.

 

Sciame sismico al Vesuvio del 10-03-2015

Tra le 15:22 e le 16:01 è stato registrato al Vesuvio uno sciame sismico con circa 30 eventi di piccola magnitudo. La magnitudo massima osservata è di 1.6 (evento delle 15:30). Gli eventi sono localizzati a bassa profondità (meno di 1 km) al di sotto dell'area craterica. Le caratteristiche di questo sciame non differiscono da altri, osservati negli scorsi anni al Vesuvio e non indicano alcuna variazione significativa nello stato del vulcano.

BKEV_20150310


 

Verso il Geoparco del Vesuvio

Martedì 10 febbraio ore 10:30

Locandina

Martedì 10 febbraio alle ore 10:30, presso la sala conferenze dell'INGV sezione di Napoli Osservatorio Vesuviano, si terrà un incontro, organizzato in collaborazione con l'Ente Parco Nazionale del Vesuvio e il Gruppo Mineralogico Geologico Napoletano (GMGN), sul percorso intrapreso per la costituzione di un Geoparco nel Parco Nazionale del Vesuvio. Introdurranno i lavori Giuseppe De Natale, direttore dell'Osservatorio Vesuviano e Ugo Leone, presidente dell'Ente Parco del Vesuvio. Interverranno inoltre Pasquale Giugliano, geologo del Parco, e i ricercatori dell'Osservatorio Vesuviano Mauro Di Vito e Massimo Russo, quest'ultimo anche per il Gruppo Mineralogico Napoletano, associazione di collezionisti che offrono un prezioso supporto alle istituzioni per la conoscenza della grande e straordinaria geodiversità di uno dei vulcani più famosi del mondo.

Per il programma dettagliato dell'evento, scarica la locandina.


 

Giuseppe Mercalli, tra terremoti e vulcani: appuntamento a Somma Vesuviana

Locandina Mostra

Il ricordo dello scienziato Giuseppe Mercalli, ideatore della nota scala di intensità dei terremoti, sarà l'occasione per parlare di sismicità e vulcanismo, e in particolare dell'attività del Vesuvio. Ne discuteranno, giovedì 5 febbraio 2015 alle ore 16.30, nell'aula magna dell'Istituto Tecnico Industriale "Ettore Majorana" di Somma Vesuviana, docenti ed esperti sismologi e vulcanologi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, sezione di Napoli Osservatorio Vesuviano. Al termine del convegno sarà inaugurata la mostra "I luoghi di Mercalli", curata e realizzata dall'INGV per celebrare il centenario della morte dello scienziato.

A introdurre i lavori, l'intervento di Giuseppe Cotroneo, dirigente scolastico dell'istituto sede del convegno; seguiranno Giuseppe De Natale, direttore dell'Osservatorio Vesuviano, sezione dell'INGV, Giovanni Ricciardi, Nicola Alessandro Pino e Giuliana Alessio, ricercatori dello stesso ente.

La mostra "I luoghi di Mercalli" sarà aperta al pubblico fino al 26 febbraio, tutti i giorni escluso le domeniche. Gli orari di apertura sono i seguenti: dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 15.00, il sabato dalle 9.00 alle 13.00.

info: I.T.I Majorana, tel. 081 8931084

Scarica la locandina e l'invito dell'evento.

 

“I luoghi di Mercalli” a Piedimonte Matese

Locandina

Dal 3 al 7 Febbraio in occasione del Convegno: "Il terremoto del Dicembre 2013 un anno dopo: un contributo alla conoscenza sismica del territorio” che si terrà a Piedimonte Matese il 7 Febbraio 2015, nel Chiostro annesso all’Auditorium San Tommaso D’Aquino sarà esposta la mostra itinerante: “I Luoghi di Mercalli”.

scarica locandina


 
Pagina 1 di 8