Home Page Osservatorio Vesuviano
Home

Home Page Osservatorio Vesuviano - INGV

Founded in 1841, by Ferdinando II di Borbone, king of "Due Sicilie", the Vesuvius Observatory is the oldest volcanology observatory in the world. Now it is Naples branch of the National Institute of Geophysics and Volcanology (INGV). The Vesuvius Observatory is responsible for monitoring of active volcanoes such as Vesuvius, Campi Flegrei and Ischia


 
There are no translations available.

La Notte Europea dei Vulcani 2016

Venerdì 30 Settembre

Locandina

Scarica il programma dell'evento

Link al sito dell'iniziativa

Per informazioni: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it


 

Eventi sismici a Ischia

There are no translations available.

Alle ore 20:11 (ora locale) di oggi 31 agosto 2016 sono stati registrati due eventi sismici nell'area di Casamicciola ad Ischia, con ipocentro localizzato a circa 2.0 km di profondità. Il primo evento è avvenuto alle ore 20:11, seguito dopo 18 secondi, dall’evento di maggiore magnitudo (Md=2.3).

 


 
There are no translations available.

Comunicazione del Direttore

Napoli, 29 agosto 2016 ore, 19.30

A partire dalle ore 16.22 (ora locale) di oggi 29 agosto 2016 è stata registrato uno sciame di 40 eventi nell'area dei Campi Flegrei. L'evento di maggiore energia, registrato alle ore 17:45, ha avuto una magnitudo di 1,7. L'area interessata dallo sciame è quella di Pisciarelli-Solfatara. La profondità degli eventi è di circa 1 km sotto il livello del mare. L’ultimo evento (strumentale) dello sciame è stato registrato alle 18.27.

 
There are no translations available.

La scomparsa del Prof. Paolo Gasparini

 

Stanotte è venuto a mancare Paolo Gasparini, Professore Emerito di Fisica Terrestre della Università Federico II di Napoli , eminente scienziato e vulcanologo, la cui fama è riconosciuta nel mondo della comunità scientifica internazionale.

Paolo Gasparini ha iniziato la propria attività accademica e di ricerca presso l’Istituto di Fisica Terrestre dell’Ateneo napoletano. Nel 1970 diviene professore ordinario di Fisica Terrestre e, contestualmente, direttore dell’Istituto di Fisica Terrestre nonché direttore dell’Osservatorio Vesuviano, carica quest’ultima che conserverà fino al 1983.

Grazie al suo impulso, l’Osservatorio Vesuviano ha negli anni rinnovato le proprie capacità scientifiche ed organizzative nella ricerca Geofisica e Vulcanologica, anche finalizzate al monitoraggio vulcanico, fino a diventare nuovamente un riferimento a livello nazionale ed internazionale per le attività di studio e di sorveglianza dei vulcani.

Analogamente, nello stesso periodo e grazie all’impulso di Paolo Gasparini, nell’Università è nato e si è sviluppato il gruppo di Geofisica e Vulcanologia, anch’esso  diventato negli anni un riferimento scientifico a livello nazionale ed internazionale per la qualità delle sue ricerche.

Scienziato ambizioso e curioso, acuto osservatore  del progredire della ricerca  verso le nuove sfide per la mitigazione dei rischi ambientali, il prof. Gasparini ha ricoperto incarichi di altissima responsabilità in campo nazionale ed internazionale; gli ultimi anni li ha dedicati anche ad AMRA - Centro di Ricerca permanente per lo sviluppo di metodologie innovative applicate alle problematiche ambientali.

Con Paolo Gasparini se ne va oggi una figura storica della nostra città, dell’Osservatorio Vesuviano e della Università che ha saputo coniugare l’impegno istituzionale alla grande qualità scientifica della sua attività di ricerca, conseguendo risultati di grande rilevanza ed impatto sulla comunità scientifica di riferimento a livello nazionale ed internazionale.

In ricordo di Paolo Gasparini. nel corso del prossimo mese di settembre, l’Osservatorio Vesuviano organizzerà un evento presso la propria Sede Storica di Ercolano