Home Page Osservatorio Vesuviano
Home

Home Page Osservatorio Vesuviano - INGV

Founded in 1841, by Ferdinando II di Borbone, king of "Due Sicilie", the Vesuvius Observatory is the oldest volcanology observatory in the world. Now it is Naples branch of the National Institute of Geophysics and Volcanology (INGV). The Vesuvius Observatory is responsible for monitoring of active volcanoes such as Vesuvius, Campi Flegrei and Ischia


 
There are no translations available.

Settimana della Protezione Civile

Dal 13 al 19 ottobre è in programma, su tutto il territorio nazionale, la Settimana della Protezione Civile. L’iniziativa, promossa dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, è realizzata con l’obiettivo di promuovere tra i cittadini l’adozione di comportamenti consapevoli e di misure di autoprotezione, nonché a favorire l’informazione alle popolazioni sugli scenari di rischio e le buone pratiche da adottare.

Per l’occasione, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), centro di competenza del DPC, organizza eventi di approfondimento scientifico e di monitoraggio.

La Sede dell’Osservatorio Vesuviano dell’INGV (OV – INGV) parteciperà, come centro di competenza del Dipartimento della Protezione Civile, a Exe Flegrei 2019, la maxi esercitazione sul rischio vulcanico che per quattro giorni coinvolgerà i cittadini campani dell’area Flegrea nelle simulazioni delle varie fasi emergenziale. L’esercitazione prevede, in particolare, il coinvolgimento dei comuni della zona rossa dei Campi Flegrei, della Prefettura di Napoli, della Regione Campania e dei Centri di Competenza del Dipartimento della Protezione Civile (INGV, Centro studi Plinivs-LUPT e CNR-IREA). Anche le Regioni e Province Autonome gemellate con i comuni della zona rossa parteciperanno in qualità di osservatori.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito del Dipartimento di Protezione Civile e sul sito nazionale dell'INGV.

 


 

 
There are no translations available.

Il Vesuvio al centro della Settimana del Pianeta Terra 2019 all’INGV Osservatorio Vesuviano

pianeta terra 2019 La sezione di Napoli Osservatorio Vesuviano dell' Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia partecipa alla Settimana del Pianeta Terra con due eventi nei giorni 14 e 19 ottobre 2019 che comprendono visite guidate, escursioni e seminari scientifici.

Eventi previsti:
-Il Vesuvio tra paesaggi agrari e siti borbonici - 14 ottobre 2019; orario 9:00-17:00
Reggia di Portici, Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, Via Università 100, Portici (NA).
Il geo-evento, organizzato dal Coordinamento Napoletano Donne nella Scienza, costituito da ricercatrici delle università di Napoli Federico II e università della Campania Luigi Vanvitelli e di enti di ricerca quali CNR, INGV e INFN, prevede un percorso culturale e naturalistico fortemente suggestivo.
Il complesso vulcanico del Somma – Vesuvio, con le colate laviche che raggiungono la costa e il mare, ha costituito il fondale scenografico di Siti Reali e Ville con parchi e giardini che erano al tempo stesso ornamento e luoghi di sperimentazioni scientifiche di acclimatamento di specie esotiche produttive e di miglioramento delle produzioni tipiche dell’ambiente vesuviano.
Nella prima parte della giornata saranno presentate relazioni che ripercorreranno i principali aspetti geologici del vulcano, le caratteristiche agronomiche del territorio, fino agli elementi architettonici e alle prospettive di valorizzazione per un turismo sostenibile. Nel pomeriggio si svolgerà una visita guidata lungo un percorso all’interno del Parco della Reggia di Portici, con approfondimenti scientifici sugli affioramenti di rocce vulcaniche vesuviane e le preziose emergenze artistiche e architettoniche di epoca borbonica.

Clicca qui Per maggiori informazioni e programma dettagliato.

-Archeologia e Vulcanologia agli scavi di Boscoreale: paesaggio antico e frammenti di vita quotidiana, svelati dagli effetti delle eruzioni vesuviane - 19 ottobre 2019; orario 8:30-14:00. Boscoreale, Parco archeologico di Pompei - Antiquarium di Boscoreale, Viale Villa Regina 1, Boscoreale (NA).
Il programma del geo-evento, organizzato da INGV Osservatorio Vesuviano, MiBAC – Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Università degli Studi di Napoli Federico II – Dipartimento di Agraria e CAI - Club Alpino Italiano, avrà inizio con un seminario multidisciplinare sulla storia eruttiva del Somma-Vesuvio e dei suoi effetti sul territorio e sull’uomo, e in particolare sulle città romane colpite dall’eruzione pliniana del 79 d.C.., per poi proseguire con la visita guidata dell’Antiquarium di Boscoreale e degli scavi archeologici di Villa Regina, recentemente riaperti al pubblico, con la sezione geologica rappresentativa dell’eruzione vesuviana del 79 d.C.
Il legame tra la società romana antica e il proprio ambiente viene esaminato attraverso un approccio che integra archeologia, vulcanologia, dati storici e ambientali.
In tal modo si intende anche stimolare la conoscenza e la consapevolezza dell’area vulcanica attiva in cui si svolge l’evento, l’esposizione ai relativi rischi, nonché valorizzare i luoghi attraversati anche sul piano naturalistico e antropologico.
L’evento è organizzato in diversi momenti per poter meglio comprendere le particolarità e la complessità dell’attività del Vesuvio, attraverso le tracce antropiche e archeobotaniche rinvenute nei prodotti delle sue eruzioni, esposte nell’Antiquarium di Boscoreale e negli attigui scavi archeologici di Villa Regina.

Clicca qui Per maggiori informazioni e programma dettagliato.


 
There are no translations available.

BANDO SERVIZIO CIVILE - Anno 2019

Logo Servizio Civile Nazionale

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia per l'anno 2019 è promotore di uno dei progetti di Servizio Civile Nazionale, che prevede il coinvolgimento di ragazzi interessati a svolgere un'esperienza di un anno nell'ambito della Promozione dei vulcani denominati “Supersite” Italiani. Titolo del progetto "Promozione dei vulcani Supersite italiani"

Sedi di svolgimento: INGV - Osservatorio Etneo Sezione di Catania e INGV Osservatorio Vesuviano di Napoli

Posti disponibili: 7 presso la sede di Catania, 4 presso la sede di Napoli Durata: 12 mesi Bando dell'UNSC Ufficio Nazionale per il Servizio Civile, fornisce le indicazioni sui requisiti dei candidati, la presentazione della domanda e i motivi di esclusione.

Scadenza di presentazione delle domande ore 14.00 di giovedì 10 ottobre 2019.

Avvio dei progetti: entro e non oltre il 30 aprile 2020.

Tutte le informazioni ed i relativi documenti sono presenti sul sito dell'Osservatorio Etneo.


 
There are no translations available.

COMUNICAZIONE

A partire dal mese di marzo 2019 e contestualmente all'emissione dei Bollettini Mensili, oltre alle informazioni in forma grafica già presenti sul sito, l'Osservatorio Vesuviano pubblica una breve sintesi dell'attività dei vulcani campani. Nei testi vengono raccolte le informazioni principali registrate dalle reti di monitoraggio che operano ai Campi Flegrei, al Vesuvio e all'Isola d'Ischia per dare una comunicazione semplice e rapida sullo stato di attività dei singoli vulcani. Per approfondimenti si rimanda alla lettura dei Bollettini Mensili

 
There are no translations available.

CAMPI FLEGREI

Informazioni principali sull’attività dell’area dei Campi Flegrei relative al mese di Settembre 2019. Scarica PDF.

Durante il mese di settembre 2019 non sono state osservate variazioni significative nella dinamica dei Campi Flegrei. Sono stati registrati 16 terremoti (Magnitudo massima=1.5), di questi solo 1 evento ha avuto una magnitudo maggiore di 1.0, a dimostrazione di un'attività sismica di energia molto bassa.

 
There are no translations available.

VESUVIO

Informazioni principali sull’attività dell’area del Vesuvio relative al mese di Settembre 2019. Scarica PDF

Durante il mese di settembre 2019 l’attività del Vesuvio si è mantenuta su livelli bassi. Sono stati registrati 81 terremoti (Magnitudo massima=1.7). Di questi, 75 eventi (pari al 92.59% del totale) hanno avuto una magnitudo inferiore a 1.0 e solo 4 eventi hanno avuto una magnitudo maggiore o uguale a 1.0: si è trattato, quindi, di una attività sismica di energia molto bassa.
 
There are no translations available.

ISCHIA

Informazioni principali sull’attività dell’area di Ischia relative al mese di Settembre 2019. Scarica PDF

Nel mese di settembre 2019 non si osservano particolari attività all'Isola d'Ischia. E' stato registrato un solo terremoto il 02/09/2019 alle ore 07:05 UTC di magnitudo Md=0.9 e localizzato nel settore occidentale ad una profondità minore di 1 km. Dal punto di vista deformativo, l'isola è caratterizzata da una generale subsidenza più evidente nel settore meridionale con una velocità media alla stazione di Serrara Fontana di circa -6.5 mm/anno; l'inclinazione del suolo, misurata dai tre sensori in pozzo, mostra una direzione verso nord-nord est.
Le misure termografiche effettuate in diversi punti dell'Isola d'Ischia mostrano andamenti stabili nei valori di temperatura al suolo.


 
There are no translations available.

La deformazione del suolo ad Ischia rilevata dalla Rete tiltmetrica

Il monitoraggio tiltmetrico: a cosa serve?

Rete Tiltmetrica di Ischia e specifiche tecniche

I segnali acquisiti con tiltmetri profondi

Deformazione osservata attraverso i tiltmetri nel lungo periodo

Deformazione osservata attraverso i tiltmetri associata al terremoto del 21 agosto 2017

Clicca qui per accedere all'articolo.


 
There are no translations available.

COMUNICATO DEL DIRETTORE DEL 27/02/2019 ORE 12:35 LOCALI

Si informa che il segnale registrato alle ore 12:24 locali e visibile sulle stazioni sismiche dell'area vesuviana si riferisce al brillamento di un ordigno bellico al largo del porto di Torre del Greco, come comunicato dalla Capitaneria di Porto con ordinanza 07/2019.